Amakheru Duo in STILE LIBERTY

“Ogni suono e ogni accordo svegliano nel silenzio che li precede
e che li segue una voce che non può essere udita se non dal nostro spirito”.
Gabriele D’Annunzio, da Il Fuoco.

 

TEATRO REGIO – PARMA, 7 maggio 2016

Amakheru Duo, la giovane compagine italiana composta dal tenore Francesco Santoli
e dal pianista Simone Di Crescenzo, debutta a Parma nella magnifica cornice del
Teatro Regio in un nuovo progetto concertistico dal titolo “STILE LIBERTY”. Il
concerto, inserito nella rassegna Musica in Circolo e promosso dall’Associazione
Rinascimento 2.0, si svolgerà domenica 7 maggio alle ore 11:00.
Amakheru Duo, già da tempo impegnato nella riscoperta del Belcanto vocale da
camera italiano, propone in questa occasione un florilegio di rarità e brani più noti,
compiendo un salto nel periodo della Belle Époque.

Tra la fine dell’Ottocento e i primi del Novecento i salotti aristocratici divennero
l’ambiente prediletto di ritrovo per giovani artisti, letterati, filosofi, intellettuali e
musicisti. Questo cenacolo favorì l’incontro di tante personalità emergenti, che -tra
l’altro- avrebbero poi lasciato una traccia significativa nella storia della musica vocale
da camera. Il risultato di questa fusione artistica permise di ottenere una stretta e
profonda compenetrazione fra testo poetico e musica. Spinti anche dalle avanguardie
d’Oltralpe, artisti e compositori diedero a questi incontri musicali un’atmosfera in cui
la spensieratezza e la freschezza di fine secolo si accompagnava ad un modo
spregiudicato e creativo di comporre, giocando con nuovi temi, forme, immagini e
sentimenti.

Programma

Il concerto “STILE LIBERTY” intende rievocare le suggestioni e le sensazioni che la
musica di quegli anni ricorda. Il programma prevede l’esecuzione di Romanze e
Serenate tratte dagli album di Ruggero Leoncavallo, Giacomo Puccini e Pietro
Mascagni; Liriche da camera su testo poetico d’autore come quelle nate dalla
collaborazione tra Francesco Paolo Tosti e Gabriele D’Annunzio; Arie in stile antico di
Stefano Donaudy ed autentiche rarità composte da Luigi Denza, Ernesto De Curtis e
Giuseppe Silvestri.

Per maggiori informazioni sugli artisti e sul progetto “Stile Liberty” è possibile consultare i seguenti links: